Il Ministero del Lavoro e l’INAIL hanno rilasciato rispettivamente la Circ. Inail n. 8 del 23 marzo 2020 e la Circ. Ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 2 del 23 marzo 2020, per promuovere un’innovazione nel campo della sicurezza rappresentata dallo strumento di supporto rivolto alle micro, piccole e medie imprese, per la valutazione dei rischi per la sicurezza sul lavoro sviluppato secondo il prototipo europeo OiRA, dedicato al settore “Uffici”, adottato con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali n. 61 del 23 maggio 2018.

Che cos’è Oira: il software per la valutazione dei rischi

OiRA (Online Interactive Risk Assessment) è il software di valutazione interattiva dei rischi online realizzato dall’Agenzia europea per la salute e la sicurezza sul lavoro (Eu-Osha) impostato secondo le previsioni e le logiche delle direttive europee in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, con lo scopo di fornire un sostegno concreto alle medie, piccole e microimprese nella valutazione dei rischi nei luoghi di lavoro e nell’elaborazione e redazione del relativo Documento di valutazione dei rischi (DVR) attraverso un percorso guidato.

A seguito della sottoscrizione il 30 agosto 2013 del “Memorandum of Understanding” tra l’Agenzia europea per la salute e la sicurezza sul lavoro e il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, è stata formalizzata l’adesione dell’Italia al progetto OiRA e a seguire è stato costituito un gruppo di lavoro tripartito composto da rappresentanti delle istituzioni coinvolte, delle Organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro con l’obiettivo di adattare il citato software alle caratteristiche della legislazione italiana e fornendo in tal senso, alle piccole, medie e microimprese, uno strumento online per la valutazione dei rischi per le attività di ufficio, nonché per la predisposizione del relativo Documento (DVR).

In attuazione dell’articolo 29, comma 6-quater5 , del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni, con il quale si dispone l’individuazione di strumenti di supporto per la valutazione dei rischi, tra cui gli strumenti informatizzati secondo il prototipo OiRA, l’applicativo realizzato è stato approvato dalla Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro nell’ambito della seduta del 3 maggio 2018 e adottato con il decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali in data 23 maggio 2018.

UNO STRUMENTO GRATUITO

Lo strumento (di seguito tool) è stato reso disponibile gratuitamente, a decorrere dalla data di emanazione della precedente circolare Inail n. 31 – Ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 13 del 25 luglio, accedendo, tramite collegamento al sito internet dell’Agenzia europea per la salute e sicurezza sul lavoro (EU-OSHA), al seguente link ai tool Italiani, secondo le indicazioni fornite nel sito stesso. Per una migliore fruibilità dell’applicativo, si consiglia di utilizzare il browser chrome per la navigazione.

Dalla pagina web raggiungibile dal suddetto link, è possibile accedere a due
versioni del tool. La prima, denominata “Uffici: vecchia versione”, è quella
resa disponibile con la citata circolare congiunta Inail – Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Tale versione sarà disponibile sino al 31 dicembre 2020 per permettere, a chi l’abbia già utilizzata per effettuare la valutazione dei rischi, di continuare ad avere accesso ai dati inseriti e stampare il relativo Documento.

Per coloro i quali, invece, per la prima volta intendessero effettuare la valutazione dei rischi utilizzando il tool OiRA o desiderassero aggiornare il DVR redatto con la precedente versione, è a disposizione una nuova versione dello strumento, denominata “Uffici: nuova versione”.

Con la nuova versione, aggiornata nel layout, lo strumento è stato migliorato in relazione a vari aspetti, quali: interfaccia con l’utente, comprensibilità e fruibilità dei contenuti, sequenzialità del processo logico nella produzione del Documento di valutazione dei rischi, strumenti messi a disposizione dal software rispondenti al dettato della normativa nazionale.

SICUREZZA: per gli uffici arriva la valutazione dei rischi digitale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: