Categoria: Sindacato nel diritto del lavoro

Il sindacato, nel diritto del lavoro, è un ente che rappresenta le parti in un rapporto di lavoro. Esistono così sindacati dei lavoratori e sindacati dei datori di lavoro. La storia dei sindacati è però soprattutto storia dei lavoratori (operai, contadini, impiegati). Si riuniscono allo scopo di difendere gli interessi delle loro categorie. I sindacati, nell’ambito della contrattazione collettiva nazionale, vengono anche definiti “parti sociali”.

Lo strumento spesso utilizzato per le rivendicazioni è lo sciopero. Tuttavia, l’attività dei sindacati viene espressa attraverso la contrattazione collettiva. Risulta uno dei principali strumenti di autoregolamentazione per i rapporti di lavoro e per le relazioni sindacali. Poiché essi possono operarsi per far valere per gli interessi delle classi lavoratrici. Spesso i sindacati ed i partiti dei lavoratori (soprattutto quelli socialisti) si sono trovati in posizioni molto vicine o coincidenti.  Allo stesso tempo il sindacato è lo strumento politico per eccellenza. I lavoratori fanno pressione sul partito affinché questo non si allontani dalla politica che essi esprimono. Nell’ottica leninista, dunque, il partito e il sindacato devono avere funzioni differenti ma unità d’intenti.

SINDACATO NEGLI STATI UNITI: PRESENTE, PASSATO, FUTURO NELLA RIFLESSIONE DELLA DOTTRINA STATUNITENSE

SINDACATO NEGLI STATI UNITI: PRESENTE, PASSATO, FUTURO NELLA RIFLESSIONE DELLA DOTTRINA STATUNITENSE – Riassunto. Dopo la sua travagliata storia, profondamente legata agli ideali liberali e capitalisti, oggi il movimento sociale…

Torna in alto
Chiama Ora