Categoria: Diritto del lavoro

Il diritto del lavoro è quella branca del diritto che disciplina i rapporti tra lavoratori e datori di lavoro. Ferie, permessi, retribuzione, contributi previdenziali, licenziamento, discriminazione. Ogni ambito del rapporto di lavoro è regolato dal diritto. Il principio cardine è il favore per il lavoratore, che il diritto vede come contraente debole da proteggere perché contraente debole nel rapporto con il datore. Il lavoro è una merce altamente deperibile. Infatti nessuno può fare domani il lavoro che non ha fatto oggi e la retribuzione perduta non si recupera più. Per questo il lavoratore pur di lavorare è disposto ad accettare anche condizioni di lavoro svantaggiose. Il diritto del lavoro serve a proteggerlo da questa sua propensione. Norme inderogabili di tutela, stipendi fissati dai contratti collettivi nazionali di lavoro, sicurezza sul lavoro sono tutti temi a cui provvede il diritto del lavoro.

Parità di retribuzione tra uomini e donne
Agente di commercio, venditore dipendente e business partner
Blocco dei licenziamenti
Decreto Sostegni: niente comporto per i lavoratori fragili
Appalto a cooperativa: quali rischi
Coordinamento: una nuova nozione
Malattia dei Lavoratori fragili (L. 104/92) e comporto
Pubblico impiego: niente più Rito Fornero
Lavoro nella scuola: 24 CFU e abilitazione all’insegnamento
Vertenze di lavoro: ecco come procedere senza pagare il contributo
Torna in alto
Call Now ButtonChiama Ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: